CI PREPARIAMO ALLE "TRESERE" 2015

Da Il PICCOLO Faenza - il settimanale di informazione e cultura della Diocesi di Faenza-Modigliana - n. 25 del 3 luglio 2015
https://drive.google.com/file/d/0B1RT1nrJUNCTLWE5VmRGaWRIWVE/view?usp=sharing

https://drive.google.com/file/d/0B1RT1nrJUNCTRXNjcndDbzZBWWM/view?usp=sharingCome ormai da tanti anni, sono in programma le “Tre sere” per catechisti, educatori, genitori... (martedì 22 settembre, 29 settembre e 6 ottobre sempre a Errano, dalle 20.30 alle 22.30).
In linea con il convegno di Firenze (9-13 novembre 2015) che ha come tema: “In Gesù Cristo, il nuovo umanesimo” abbiamo scelto come idea guida: “Chiunque segue Cristo, l'uomo perfetto, diventa anch'egli più uomo”. Al più presto sarà distribuito a tutte le parrocchie materiale divulgativo.
Vogliamo ora sottolineare la ragione di questa scelta e l'importanza che questo contenuto ha, per chiunque è impegnato nell'educazione delle nuove generazioni.
Ci lamentiamo spesso del comportamento aggressivo, violento, comunque poco rispettoso dei figli verso i genitori, degli alunni verso gli insegnanti, dei cittadini per gli ambienti della comunità.
L'impressione è che, negli interventi educativi, non si sia tenuto conto dei valori essenzialmente umani. Complici anche gli esempi che si assorbono dai mass media: sembra che essere persone significhi essere dei “duri” nelle parole, nei modi, nelle relazioni. Ci si preoccupa della salute, dell'apparenza, del divertimento quasi fossero finalità della vita, ma l'umanità della persona viene spesso dimenticata, così che l'azione educativa rischia di “mettere abiti su un attaccapanni”, se sotto non c'è l'umanità della persona.
Ci sembra, dunque, estremamente importante che anche gli educatori cristiani siano attenti alla crescita del valore umano della persona. Anzi, pensando che Gesù per salvare il mondo si è fatto uomo, ha vissuto da uomo, ha pensato da uomo, ha agito con sentimenti umani, dovremmo essere convinti che l'annuncio del Vangelo sia una premessa indispensabile per un'educazione che intende essere integrale della persona umana e parte proprio da un'attenzione particolare a Cristo, uomo perfetto.
Nella nostra cultura non esiste una visione dell'uomo univoca. C'è l'uomo della pubblicità, l'uomo dell'apparenza, l'uomo che deve emergere sugli altri a tutti i costi ... Ma noi cristiani che tipo di uomo stiamo proponendo nelle nostre catechesi?
E come contrastare certe visioni dell'uomo che lo schiavizzano, lo usano per i propri interessi?
Riflettere sulla maturità umana è importante per gli educatori. Qualcuno ha detto che una persona immatura umanamente può anche diventare santo, ma non potrà mai essere un buon educatore. Le “Tre sere” possono aiutare ciascuno di noi a riflettere e verificare se il proprio essere “uomo” corrisponde all'esempio di Gesù.
Certo tre sere possono portare frutto se le idee e i valori che vengono annunciati saranno oggetto di ulteriori riflessioni durante l'anno.
Primo appuntamento dunque martedì 22 settembre 2015 a Errano! Buona estate a tutti!



per l'Ufficio Catechistico - don Antonio


donantonio.taroni@alice.it
(10 - fine)

MODIFICA PROGRAMMA

Martedì 6 Ottobre 2015
Siamo i collaboratori della vostra gioia (2Cor 1,24)
COSTRUIRE L’UOMO NUOVO CON GIOIA
Come fare perché la nostra missione testimoni la bellezza del progetto uomo del Vangelo.

SR. LINDA FROLA NON POTRA' ESSERE PRESENTE

Interverranno come relatori
GIUSEPPE DALLE FABBRICHE 
Pedagogista, Responsabile Pastorale Scolastica
BIBA (ANNALISA) BOSI 
Educatrice, Animatrice
MICHELE TARLAZZI 
Insegnante di Religione